Cercare:
Ricerca avanzata
Cercare
  English
  Español
  Français
Italiano
  Português
HOME CERCARE CONTATTO
ACCESSI
Presentazione
I titoli dei membri
Il cartello
La passe
RadioLacan.com
Lacan Quotidien
LC Express
LC Express
EFP
FAPOL
Per l'annuario
28 febbraio 1971
da JACQUES LACAN
 
 

La Scuola, di cui si dubita poco che sia freudiana quanto di Parigi, ha finalmente trovato il suo locale.
Quali che siano gli agenti con cui ha preso corpo ciò che vi fece per sei anni ostacolo, si deve riconoscere che non fu a detrimento di un solo gruppo, ma a spese di tutti quelli che si sostengono con un insegnamento, in Francia s’intende.
Ci sono delle trasmissioni impudenti, un’ignavia intellettuale che, dal 1957, hanno abbassato il tono. Ci hanno guadagnato in quanto possono mantenere la figura nella congiuntura presente.
Questo dovrebbe suggerire nella psicoanalisi qualche ritorno a quanto è affar suo. Ci si arriverà?
Metà secolo dopo che Freud l’ha dotata della sua seconda topica, non si registra nulla di questo tipo, che sia più sicuro di quello sconcertante della sua persistenza.
Inflazione notoria che, a spalleggiarsi con l’epoca, rende il verosimile più allettante di ciò che è veritiero.
Senza l’assetto di una formazione in cui l’analisi si articoli con un divario del discorso di cui Lacan stende l’atto, nessuno vi passerà al tentativo contrario.
Quando l’assoggettamento universitario mostra il bisogno di accontentarsi del nostro minimo sembiante.
Tutte le "speranze" saranno, quindi, a proprio agio altrove che nella nostra Scuola.
Ma esse vi troverebbero coloro ai quali né dieci anni, né sedici, né diciotto sono sembrati negoziabili, con un lavoro grazie al quale c’è dello psicoanalista ancora all’altezza di quello che si suppone che gli si faccia segno: di quello che si sa, almeno.

 

Traduzione: Adele Succetti

Versione in lingua originale: Pour l'annuaire
28 février 1971
(Francese)

 
Versione da stampare Versione da stampare
 

LE SCUOLE
DELLA AMP >>
EBP ECF ELP EOL NEL NLS SLP